Condizioni Generali di Contratto

I. Validità delle condizioni
Le presenti condizioni generali disciplinano tutti gli attuali e futuri contratti di vendita fra le parti, salvo eventuali deroghe specificatamente concordate in forma scritta. Eventuali condizioni generali del compratore non troveranno applicazione ai rapporti futuri fra le parti se non espressamente accettate in forma scritta.
L’accettazione da parte del compratore dell’offerta o della conferma d’ordine di DORMA Italiana, comporta l’applicazione al contratto di vendita delle presenti condizioni generali.

II. Offerta, ordini e tempi di consegna
1) Per singoli ordini, l’importo minimo è di € 300,00 IVA esclusa. Sono esclusi dal calcolo: spese di trasporto, IVA ed eventuali spese accessorie.
2) Nel caso in cui l’ordine non raggiunga la cifra sopra indicata il cliente riceverà un avviso con indicazione di sospensione dell’ordine fino al raggiungimento dell’importo minimo stabilito al punto 1.
3) Se entro 5 giorni dal ricevimento dell’avviso il cliente non provvederà a comunicare la modifica per il raggiungimento del “importo minimo”, l’ordine verrà ugualmente evaso con l’addebito in fattura di € 15,00 a titolo “spese amministrative”.

III. Fornitura
1) In confezioni intere o multiple.
2) Nel caso in cui l’ordine non raggiungesse la quantità prevista dalla confezione standard, l’ordine verrà modificato d’ufficio con l’indicazione della quantità minima stabilita e verrà rinviata nuova conferma d’ordine, la quale dovrà essere restituita per accettazione entro 5 giorni; qualora non avvenga l’ordine verrà sospeso.
3) I prezzi indicati sono franco magazzino DORMA, imballo commerciale compreso. Eventuali imballi speciali saranno addebitati al costo. Le spese di spedizione sono sempre a carico del ricevente, a meno di diversi accordi concordati in forma scritta.
4) Il prezzo applicato alla fornitura è quello in vigore alla data dell’ordine. Ai prezzi di listino, dedotti eventuali sconti, deve essere aggiunta l’IVA nei termini di legge.

IV. Montaggio, messa in funzione, manutenzione
1) Eventuali richieste di prestazioni di montaggio, messa in funzione e manutenzione devono essere commissionati separatamente su specifico ordine o appendice all’ordine. Tali prestazioni aggiuntive non intaccano l’autonomia giuridica dei contratti di fornitura stipulati.
2) I prezzi unitari o netti concordati si intendono sempre esclusi di IVA.

V. Termini per forniture e prestazioni
1) La data di consegna ha carattere puramente indicativo. Nessun indennizzo è dovuto per mancanza o ritardata consegna della merce entro i termini previsti della fornitura o richiesti dal committente.
2) In caso di termini e date concordate in modo vincolante non siamo responsabili di ritardi nell’esecuzione della fornitura o della prestazione dovuti a cause di forza maggiore (in particolare scioperi, eventi naturali, ecc. e anche se si verificano presso i nostri fornitori o sub-fornitori o all’estero). Tali eventi ci autorizzano a posticipare, interamente o in parte, la fornitura o la prestazione, della durata dell’impedimento più un adeguato tempo di riavvio, salvo diverso accordo.
3) Il rispetto del termine di consegna presuppone il ricevimento in tempo utile della documentazione necessaria che il committente è tenuto a fornire, delle autorizzazioni, abilitazioni, l’osservanza delle condizioni di pagamento concordate e di altri impegni. Qualora tali premesse non vengano rispettate il termine viene di conseguenza prorogato in modo conforme.
4) Se la spedizione o la consegna viene ritardata su richiesta del committente, ci riserviamo di addebitare al committente, a partire da un mese dopo la notifica della disponibilità della spedizione, le spese di deposito pari all’ 1% dell’importo della fattura per ogni mese già iniziato. Ci riserviamo altresì il diritto di presentare ulteriori rivendicazioni.

VI. Presa in carico del bene
1) Il titolo del bene passa al committente all’atto della spedizione. I rischi ed i pericoli connessi al trasporto sono a carico del committente e regolati dagli INCOTERMS, qualunque sia il mezzo ed il vettore. Non si accetta restituzione di merce qualora la stessa risulti conforme all’ordine.

VII. Garanzia
1) La garanzia vale solo nei confronti della controparte contrattuale di Dorma, è limitata al valore della merce ordinata ed entra in vigore dalla data della bolla di spedizione; non è possibile cedere i diritti della garanzia a terzi.
2) Sulle parti meccaniche e sui componenti elettromeccanici forniamo una garanzia della durata di 24 mesi a partire dalla data di cessione del titolo. La garanzia decade per danni dovuti ad uso inadeguato, manomissioni del bene, normale usura, oppure nel caso di mancato rispetto delle istruzioni di montaggio e manutenzione, di modifiche apportate al bene o di sostituzione di componenti con altri non conformi alle specifiche originali.
3) Eventuali vizi occulti riscontrati durante il periodo di garanzia verranno da noi eliminati provvedendo alla sostituzione del bene in oggetto presso la nostra sede. Nel caso in cui per l’eliminazione dei vizi venga richiesto un nostro intervento in un luogo diverso dalla nostra sede, verrà addebitato il costo supplementare relativo alla trasferta più gli eventuali oneri accessori.
4) E’ richiesto che la parte difettosa ci venga resa disponibile per ispezione e verifica.
5) Per l’espletamento degli oneri derivanti dalla garanzia ci dovrà essere concesso il tempo e le condizioni necessarie. Nel caso le condizioni non consentano, e a seguito di diversi accordi raggiunti, può essere esercitato il diritto di eliminare i vizi per proprio conto o di farli eliminare da terzi, previo accordo ed accettazione da parte nostra degli eventuali oneri annessi, che comunque non potranno mai eccedere il valore del bene in garanzia.
6) Per l’eliminazione dei vizi da noi eseguita, rispondiamo in misura uguale a quella del bene fornito. Nessun ulteriore onere potrà essere imputato.
7) Le clausole sopracitate disciplinano in modo definitivo le garanzie per forniture e prestazioni effettuate da DORMA, ed escludono quindi presunzioni superiori di diritti di garanzia. Questo vale in particolare per richieste di rimborsi per danni di qualunque natura insorti a causa della fornitura stessa.

VIII. Riserva di Proprietà
1) Fino all’adempimento di tutti i crediti, inclusi i crediti a saldo del conto corrente, spettanti a DORMA ora e in futuro, per qualsiasi motivo giuridico valgono le seguenti opzioni:
a) La merce rimane di proprietà DORMA. Se la proprietà si unisce con altro bene, si concorda fin d’ora che la proprietà della cosa unitaria ci venga trasferita in modo proporzionale al suo valore (importo della fattura). La proprietà deve essere custodita per nostro conto a titolo gratuito. La merce di nostra proprietà viene in seguito definita come merce con “riserva di proprietà”. Lo stesso è valido anche per la comproprietà.
b) La merce con “riserva di proprietà” può essere lavorata e ceduta nell’ambito di ordinarie operazioni commerciali, nella misura in cui non sussista alcuna mora. Non sono consentite costituzioni in pegno o cessioni fiduciarie. I crediti, risultanti dalla rivendita o da un altro motivo giuridico relativamente alla merce con “riserva di proprietà”, inclusi tutti i crediti a saldo del conto corrente, ci vengono ceduti sin d’ora a titolo di garanzia per l’intero ammontare. Il credito a noi ceduto può tuttavia essere riscosso dalla controparte, nel caso in cui non revochiamo tale diritto. Tale revoca può aver luogo soltanto se la nostra controparte non ha regolarmente adempiuto ai propri obblighi di pagamento.
c) In caso di accesso di terzi alla merce con “riserva di proprietà” è necessario evidenziare che trattasi di merce di proprietà DORMA e informare immediatamente in merito.
d) In caso di ritardo di pagamento DORMA è autorizzata a ritirare la merce con “riserva di proprietà” o eventualmente a richiedere la cessione dei diritti di restituzione della nostra controparte nei confronti di terzi. In caso di ritiro o di pignoramento della merce con riserva di proprietà da parte nostra non sussiste alcuna recessione dal contratto, nella misura in cui non trovi applicazione la legge sul pagamento rateale.

IX. Pagamento
1) Se non diversamente concordato il pagamento si intende a 60 giorni data fattura fine mese con ricevuta bancaria. Nonostante contraria clausola di compensazione, siamo autorizzati ad imputare i pagamenti dapprima ai debiti più vecchi. Nel caso in cui siano già insorti costi ed interessi, siamo autorizzati a imputare i pagamenti dapprima ai costi, quindi agli interessi e infine alla prestazione principale.
2) Per tutte le fatture con importo inferiore a € 300,00 IVA esclusa, il termine di pagamento diverrà con R.B. a 30 giorni.
3) Un pagamento si intende regolato soltanto nel momento in cui possiamo disporre del relativo importo. In caso di assegni il pagamento si intende regolato soltanto ad incasso avvenuto. Non vengono accettati pagamenti con cambiali.
4) In caso di ritardo di pagamento, siamo autorizzati a calcolare a partire dalla relativa scadenza gli interessi moratori pari al saggio di interesse in vigore determinato dalla BCE (Banca Centrale Europea) maggiorato di sette punti percentuali, come richiesto dal D.lgs. 231/2002.

X. Compensazioni, ritenute o riduzioni
Compensazioni, ritenute o riduzioni, anche se sono stati rivendicati ricorsi in garanzia per vizi o contropretese, sono possibili solo se tali compensazioni, ritenute o riduzioni vengono da noi accettate in forma scritta.

XI. Limitazione della responsabilità
Diritti di risarcimento di danni derivanti dall’impossibilità della prestazione o della fornitura, sono esclusi sia nei nostri confronti sia nei confronti dei nostri ausiliari o commessi, nella misura in cui non sussistono azioni premeditate o provata colpa grave.

XII. Diritto applicabile, foro competente, nullità parziale
1) Tutte le controversie derivanti direttamente o indirettamente dal rapporto contrattuale, sono di esclusiva competenza del foro di Milano.
2) Qualora una clausola delle presenti condizioni o una clausola nell’ambito di altri accordi dovesse perdere la propria validità, non viene in alcun modo inficiata la validità delle altre clausole.

XIII. Reclami e resi
Trascorsi 8 giorni dalla data di ricevimento della merce non si accettano resi se non preventivamente autorizzati. Dall’importo verrà detratto il 10% per spese di gestione. La restituzione di prodotti difettosi potrà essere accettata solo se autorizzata da DORMA Italiana srl. In caso di restituzione per ragioni commerciali, la merce sarà valutata al 75% del suo valore. Resi di merce non autorizzati saranno respinti.



Scarica qui le Condizioni Generali di Contratto di DORMA Italiana

teaser_image